mercoledì 28 febbraio 2007

UN MISTERIOSO DIPINTO A SAINT SULPICE

Salve a tutti: amici, bloggers e semplici curiosi,

un grazie di cuore a voi che mi avete scritto numerosi commenti di sostegno e di apprezzamento che mi testimoniano quanto abbiate gradito la mia battaglia per la Verità. Mi permetto di chiamarla “la nostra battaglia” che è condotta nel rispetto della democrazia e che rappresenta oggi il più alto baluardo a difesa di quella Verità che alcuni vorrebbero falsificare per un proprio tornaconto personale. Essa è anche una lotta pacifica ma indefessa che guarda agli avvenimenti storici del Tempio e dell’attualità neotemplare con obiettività e severità, esprimendo giudizi là dove ci sono prove oggettive e riscontrabili. In questo modo io ed Irene abbiamo scritto il Dossier e in questo modo io, Irene e gli amici bloggers argomentiamo su questo piccolo ma seguitissimo spazio web.

Ma veniamo all’argomento di oggi, aperto ai commenti del mio amato pubblico.

Tra le ipotesi più accreditate da storici, accademici e giornalisti di tutto il mondo vi è quella secondo la quale molti templari, una volta soppresso l’Ordine nel 1312, si rifugiarono in altre organizzazioni o confraternite. Tra queste spiccano, per esempio, l’Ordine di San Giovanni
(Smom), gli Agostiniani, i Cistercensi, le corporazioni degli scalpellini (compagnonagge) e persino la già citata Compagnia del Santissimo Sacramento dell’altare detta anche dei devoti della Kabbala.
Quest’ultima fu definita da più parti come un vero centro di potere e di esoterismo nel cuore della Chiesa francese e fu combattuta aspramente sia dalla Compagnia di Gesù, che l’accusò di avere al suo interno “pratiche empie d’iniziazione” (si ricordino le accuse ai templari), sia da re Luigi XIV che l’accusò di cospirazione politica contro la monarchia e che la soppresse nel 1660 (grazie al potere di molti giudici affiliati alla Compagnia, quest’ordinanza del re non fu applicata fino al 1666. Per sei lunghi anni la Compagnia poté continuare la sua opera senza alcun arresto!).

La Compagnia fu fondata da alcuni eminenti uomini di Chiesa che si radunavano in un gruppo che si faceva chiamare l’invisibile cenacolo fraterno e che si diceva custode di un segreto in grado di sconvolgere il mondo e le fondamenta delle religioni monoteiste, un segreto in grado di fare arricchire chi lo possedesse. Di questo segreto abbiamo una testimonianza documentale, una lettera scritta da Louis Fouquet al fratello Nicolas, ministro delle finanze di Luigi XIV. Entrambi i Fouquet erano membri attivi della Compagnia. Louis, nella lettera, parla anche di Poussins, il celebre pittore che rappresentò in un quadro la tomba da cercare o dentro la quale scivolare o calarsi, apponendovi il motto della Compagnia: Et in Arcadia Ego…
Nessuno ve lo avrà mai detto ma i greci situavano l’entrata dell’Ade o regno dei morti proprio in Arcadia.

Per il momento vediamo, amici bloggers, cosa scrive Louis Fouquet nella celebre lettera:
“ Poussins ed io abbiamo progettato alcune cose di cui vorrei parlarti presto dettagliatamente, che ti daranno, attraverso Poussins, vantaggi che i sovrani farebbero molta fatica ad ottenere da lui e che, dopo di lui, forse nessuno nei secoli a venire potrà mai riprendere; in più sarebbe senza grande spesa, ma fornirebbe un guadagno, e queste cose sono così difficili da trovare che nulla su questa terra potrebbe ora avere una fortuna migliore, e neppure uguale”.

Ma andiamo avanti.


All’interno del Cenacolo vi erano tre uomini di Chiesa particolarmente devoti alla Grande Madre, la Nostra Signora dei templari: Saint Vincent de Paul, Jean Jacques Olier e il vescovo Pavillon. Quest’ultimo aveva la sua diocesi a Rennes Les Bains, piccola cittadina al confine con la celeberrima Rennes Le Chateau, in una zona, quella dell’Aude e del Razes, molto cara sia ai cavalieri del Tempio che ai catari. Essa presenta degli interessanti aspetti geologici. E’ attraversata da gallerie sotterranee, cunicoli e grotte nei quali scorrono fiumi ed acque che provengono dal sottosuolo. Acque che vengono definite, ancora oggi, miracolose e che sono posizionate intorno ad un luogo dedicato ad una Regina o una Signora o una Vergine nera che spesso è stata identificata con la figura di Maria Maddalena. Molti studiosi, invece, ritengono che sia la dea egiziana Iside, regina del Regno dei morti. Al di sopra di questo territorio vi sono, spesso, una serie di rocce a forma di fallo che vengono chiamate Cromleck attorno alle quali, anticamente, i sacerdoti della religione celtica, i druidi, si riunivano per celebrare feste e riti pagani.

Quartier generale della Compagnia del SS Sacramento è stata la celebre chiesa parigina di Saint Sulpice, il santo che, assieme a Santa Rosalina (Rosslyn), è celebrato il giorno del 17 Gennaio, data che ricorre spessissimo nell’enigma di Rennes (in quel giorno sono morti il curato Sauniere e la marchesa d’Hautpoul-Blanchefort, discendente di un gran maestro del Tempio ed ultima detentrice del grande segreto che lei stessa definì segreto di Stato). Secondo molti scrittori, la Compagnia del SS Sacramento è stata una delle facciate con la quale il Priorato di Sion di Nostra Signora si è manifestato ma questa è solo un’ipotesi.
Andiamo oltre.


Se fate una visita nella chiesa di Saint Sulpice, potete vedere strane cose che non hanno nulla a che fare né con una chiesa né con culti cristiani.
Per esempio vi è nel portone d’ingresso un pentacolo che, nella simbologia pagana, rappresenta la donna. Un polpo con otto tentacoli sotto l’acquasantiera (c’è un polpo anche sulla tomba della già citata marchesa d’Hautpoul). Un grossa Ank egiziana (chiave del regno dei morti tenuta da Iside). Due serpenti, due cobra attorno all’Ank. Due Esse capovolte. La N della parola Signol invertita (la stessa cosa la si ha sulla croce tombale di Sauniere a Rennes dove la N di INRI è capovolta). Un obelisco egiziano che traccia la cosiddetta linea della Rosa (Ross-lyn) o Meridiano Zero. E alcune pitture interessanti.

Di una in particolare vi voglio parlare in questo post.
Si tratta di una dipinto che riproduce uno strano passo della Bibbia, quello di Giacobbe che combatte contro l’angelo (dipinto di Delacroix).
Al versetto 32,25 del Libro della Genesi sta scritto (io riporto quanto dice una Bibbia cattolica):
“Giacobbe rimase solo: or, un uomo lottò con lui fino allo spuntar dell’alba. E vedendo che non poteva vincere Giacobbe, lo colpì nella giuntura della coscia, sicché la giuntura dell’anca di Giacobbe si slogò nel lottare con lui. Allora quell’angelo gli disse: Lasciami andare perché sta spuntando l’alba. Ma Giacobbe rispose: Non ti lascerò, finché tu non mi avrai benedetto. L’altro gli domandò: Come ti chiami?. Rispose: Giacobbe. Ed egli: Non ti chiamerai più Giacobbe ma Israele, perché sei stato forte contro Dio e con gli uomini ed hai vinto. Giacobbe gli chiese: Dimmi, ti prego, il tuo nome. Ma quello rispose: perché vuoi sapere il mio nome? E lì stesso lo benedisse. Giacobbe pose nome a quel luogo Fanuel, perché, disse, ho visto Dio faccia a faccia ed ho avuto salva la vita…..”.

Leggo nelle note che Fanuel significa Faccia di Dio, mentre Israel significa lottare con Dio ma, visto che Giacobbe lotta contro l’angelo che poi chiama Dio, quel con potrebbe essere contro Dio…Un passo strano, non vi pare? Un passo che è collegato al segreto detenuto dalla Compagnia, da molte famiglie nobili del Razes (i catari Hautpoul, Fleury, Ables, De Negre) e delle Ardenne e dai templari che, anche per questo, furono colpiti.
La figura di Giacobbe non è stata usata casualmente da chi ha dipinto e collocato questa opera a Saint Sulpice. C’è stata la volontà di lanciare un messaggio in codice.

Mi pongo delle domande, dopo una riflessione a voce alta.

Giacobbe è figlio di Isacco, che è a sua volta il figlio di Abramo con il quale Dio ha stretto un patto di alleanza. Giacobbe ha un gemello che si chiama Esaù.
Isacco ha avuto dalla moglie Rebecca due gemelli, grazie all’intervento di Dio, in quanto Rebecca era sterile. E Dio, dopo aver concesso ad Isacco due figli, gli disse che ciascuno dei due sarebbe stato a capo di una Nazione e che una delle due sarebbe stata schiava dell’altra.

Perché mai Dio si dovrebbe presentare, ad un certo punto della storia, sotto forma di uomo o di angelo per combattere contro un discendente di Abramo con il quale ha stretto un patto di alleanza?
Perché Dio, in questo passo, ha l’aspetto fisico di un uomo? Perché Giacobbe pensa che quell’uomo sia un angelo? Come potrebbe dirlo? Quali sono le caratteristiche che distinguono un uomo da un angelo?
Perché mai l’angelo avrebbe paura dell’alba? Perché l’angelo non riesce a vincere fisicamente il povero Giacobbe ? Perché l’angelo lo colpisce all’anca?
Ancora oggi, in ricordo di quel passo biblico, gli ebrei sono soliti non mangiare il nervo sciatico degli animali.
Perché, ad un certo punto, Giacobbe ritiene che quello non è un uomo, non è un angelo ma è Dio?
Chi glielo ha detto, visto che l’angelo non dice il suo nome?
Perché l’angelo si dice compiaciuto con Giacobbe in quanto è stato forte contro Dio?
Quale angelo si potrebbe compiacere di un combattimento contro Dio?
Un’altra cosa strana è che, nei passi che seguono, Giacobbe incontrerà di nuovo Dio che gli confermerà che lui si dovrà chiamare Israel.

Per tirare le somme, c’è da pensare o che l’angelo è Dio e, quindi, non si capisce perché lotti contro Giacobbe, oppure è un’entità che non ama la luce ma che conosce il futuro e sa che Dio chiamerà Giacobbe con il nuovo nome di Israel. Sembra un angelo che ha saldi radici nella Terra o, meglio, sottoterra.
Tutto questo, cari amici, cari bloggers, non vi fa venire in mente quell’entità con cui Giovanna d’Arco diceva di parlare e dalla quale traeva forza e consiglio?

Le ipotesi non sono tante ma è bene che ne dibattiate liberamente, sempre se ciò vi sarà gradito.

A voi, quindi, il calice del simposio!


Michele Allegri

76 commenti:

Anonimo ha detto...

Bongiorno Allegri, come appasionato dell'argomento ho visitato la Chiesa di San Sulpicio e debbo dire che di anomalie ce se sono e tante.

Lei cita il quadro di De Lacroix ma c'è anche quello del tesoro che sta per essere rubato. E'lo stesso tema di Rennes Le chateau e del tesoro del Tempio e il tesoro è forse l'arca dell'alleanza o forse il corpo della Maddalena, compagna di Gesù. Non so.

Pinturicchio49

Anonimo ha detto...

E DAI, DAI, DAI, AVETE RIAPERTO.
OGNI TANTO CHIUDETE, OGNI TANTO RIAPRITE.

QUEL PASSO DELLA BIBBIA DA LEI CITATO SECONDO ME VA INTERPRETATO IN QUESTA MANIERA: DIO SOTTOFORMA DI ANGELO SAGGIA LA RESISTENZA DI GIACOBBE. ANCHE NELL'AMMISIONE AL TEMPIO, AL POSTULANTE GLI VENIVA CHIESTO DI SPUTARE TRE VOLTE SULLA CROCE. ERA UN MODO PER ASSAGIARNE. LA VOLONTA'.
E COME SE AI NEOTEMPLARI SI CHIEDESSE DI RINUNCIARE AL CIBO PER TRE GIORNI.E' UNA PROVA.

LE FACCIO I MIEI PIU' SENTITI COMPLIMENTI ANCHE PER LA BATTAGLIA DI VERITA'.

AMODIO E LEROSE

abraxas ha detto...

Caro allegri e cara sarpato,

sono commosso per come abbiate messo noi tutti tra coloro che conducano la battaglia per la Verità con la V maiuscola.
In merito a questo post mi sembra che ci siano elementi classici del paganesimo: le tombe come via per l'aldi là, il polipo infernale, l'angelo che sembra essere Lucifero.
D'latronde anche i tempalri adoravano un idolo capace di far tutto, un idolo pagano che assomiglia al dio Pan.
Resta da vedere cosa fosse la Compagnia del santo sacramento. A che sacramento si fa riferimento e cosa facesse in seno alla Chiesa, visto che, come i templari, fu avversata da essa.

Anonimo ha detto...

Della basilica di Saint Sulpice hanno fatto riferimento sia Brown che Baigent e soci.

La compagnia è stata il Priorato di Sion, l'altra chiesa cattolica che ha un grosso potere sulla Terra e nasconde il segreto sulle origini dell'Uomo.

Benedizioni a tutti

)0(Y

AZAZEL ha detto...

LA N INVERITA DI CUI ELLA PARLA, DOTTORE, E' UNA LETTERA RUNICA, E' LA LETTERA S, INIZIALE DEL PRIORATO DI SION DI NOSTRA SIGNORA DI CUI PLANTARD FU GRAN MAESTRO.

LA LETTERA S E' ASSOCIATA ALLA FIGURA DEL SERPENTE CHE ERA ADORATO IN MEDIO ORIENTE DALLA SETTA DEI CAINITI E DAGLI STESSI TEMPLARI. E' SIMBOLO DELLA CONOSCENZA, DELLO GNOSTICISMO ED E' IL SIMBOLO DEL TERZO GRADO MASSONICO. DIETRO AL GREMBIULINO C'E' INFATTI UN SERPENTE CHE UNISCE I DUE LEMBI DI TESSUTO!

Anonimo ha detto...

Buon pomeriggio agli autori di questo splendido e libero blog e a tutti gli amici in ascolto.

Io sono andato in questa chiesa, ne conosco la storia ma, francamente, non posso dire con certezza che c'è un tema eretico anti ebraico o anti cristiano.

La Bibbia è piena di strane cose e sarebbe un lavoro pesante rilevarle tutte.

L'angelo può essere Dio quanto la ritrosia di Giacobbe di affrontare i cambiamenti. A meno che l'angelo non rappresenti il diavolo ed allora su questo punto ci potrebbe essere affinità con la figura di Giovanna.
Non mi pare ma potrebbe essere.

Un caro saluto

Similitudine Trovata

SACHANGA ha detto...

Mi pare tutto sommato che si ritorni al mito di Atlantide e al re del mondo che mi pare di capire è l'angelo che lotta contro Giacobbe.
I templari erano adoratori di idoli e di immagini del re del mondo, conoscevano Prete Gianni, la cui figura copre quella di Giovann il Battista venerato dalla Compagnia o Priorato, come si vuol far chiamare.
E' un'organizzazione potente che ha cambiato nome....

gli schiavi liberati ha detto...

Bravo Allegri perchè ci tieni in vita con questo blog, siamo sempre con te. Non ti fermare e segnala i nemici della verità e della democrazia.

Besugo ha detto...

Siamo tornati ad argomenti tosti...su questi, guardate, non interveranno neotemplari massoni che sono impegnati a giocare a bocce e a mangiare e a tracannare a tavola.
A carnevale cosa hanno fatto?
Per distinguersi dagli altri si sono vestiti in giacca e cravatta, pensa un po' belin.

Bravo Allegri!!

EBBA' ha detto...

E' un dipinto interessante, sicuramente misterioso ma quello che più conta è la linea della Rosa.
E' un chiara indicazione di come l'astrologia egiziana fosse stata recepita anche all'interno di gruppi cattolici. Dottore Lei ha dimenticato di dire che la Compagnia era ultra cattolica e anti eretica. Quindi come nel caso dei templari c'era ortodossia solo di facciata, una vernice che nel corso del tempo è venuta via ed ha mostrato l'esistenza di studi di alchimia, cabala, magia ed astrologia.
I cromleck o i menhir hanno anch'essi una funzione astrologica e magica.
Servono ad indicare una via per chi guarda dall'alto. Una via che porta alla rosa della conoscenza, al tesoro sapienzale che i templari conoscevano.
Ma chi poteva guardare dall'alto?
Gli angeli? De bene o del male?

Anonimo ha detto...

Buongiorno, sono Camillo G. e sono uno studioso dei templari e dei loro misteri

Di questa famigerata compagnia di monaci si può dire che fu attacata dalla Corona francese ma anche da Molière. Pensate che era talmente potente che impedì al commediografo del Tartufo di portar in scena le critiche mosse alla Compagnia.
Non si doveva ridere di loro.
E se la compagnia fosse l'Opus Dei?

Anche san Escrivà è dei Pirenei?
Anche Escrivà disse di aver visto la Grande Madre. Il prete Bigou che fu l'ultimo confidente della marchesa d'Hautopul dovette scappare in Spagna, durante la rivoluazione francese. C'era un arete di preti che erano uniti in un'organizzazione che passava dalla Francia e dalla Spagna. Che ne pensate bloggers?
Come nel caso del Codice si può dire che qualcuno ha trovato il graal e lo ha nascosto perchè non saltasse fuori la verità?
E' un graal trovato in una tomba?
Anch'io mi pongo domande, dottor Allegri.

Camillino

Anonimo ha detto...

E' uno strano dipinto quello che segnala Allegri ma è strano anche il passo della Bibbia.
Probabilmente se si dovesse parlare di un angelo che attacca un favorito del Signore, lo si dovrebbe definire ribelle.
E il ribelle per antonomasia è Lucifero. Come mi insegnate, però, Lucifero è colui che porta la luce, è il serpente antico ma anche l'entità che aiuta l'uomo a conoscere e a combattere contro l'oscurità. Se quindi questa strana congrega cattolica ha messo questo quadro all'interno del loro quartier generale è perchè si fa a questa tradizione di luce, di conoscenza, di gnosi e anche di magia nera, io credo.
Un'altra cosa strana che ho letto anch'io in questi passi è che, come figura, è più simpatica quella di Esaù piuttosto che quella di Giacobbe. Giacobbe non pare tanto buono. Forse mi sbaglio...

Alex33

Anonimo ha detto...

BRAVO DOTTORE, LEI HA COLTO NEL SEGNO.
POSSIAMO ENTRARE NEL CUORE DELLA DOTTRINA DUALISTA TEMPLARE DI UN DIO BUONO CHE LOTTA CONTRO UN GEMELLO DIO CATTIVO.
IL BIANCO CONTRO IL NERO, ETERNAMENTE IN LOTTA!
UNA LOTTA CONTRO SE STESSI, TRA SPIRITO VS MATERIA.

FATE TUTTI UN PENSIERINO ANCHE SUL PADRE NOSTRO. COSA VUOL DIRE L'INVOACAZIONE PER CUI DIO NON CI DEVE INDUIRRE IN TENTAZIONE MA LIBERARCI DAL MALE? SE DIO E' BUONO E PURO PERCHE' DOVREBBE INDURCI IN TENTAZIONE?

OFIUCO13

Anonimo ha detto...

Se non ama la luce, l'angelo non è Lucifero!
E' semplice, no?

Complimenti per tutti i post! Li seguo sempre volentieri: sono precisi e fanno veramente cultura!

SAVERIO M. ha detto...

Bravissimo dottore, continui la sua opera di insegnamento, di metodo e prassi. E' cosa buona e giusta!
Mi permetta di intervenire dicendo che tutto l'habitat in cui queste storie sembrano immerse è, come spesso Lei, ricorda, il celtismo.
Il mito della lotta tra luce e tenebre, la vergine nera, l'isola dei morti: Avalon, la stregoneria ( il calderone) ma sopratutto il mito degli antri bui o delle tombe che sono luoghi di passaggio e di comunicazione tra il mondo dei vivi e quello dei morti.

Ho accertato quello che lei mi scrisse tanto tempo fa sul mosaico di Otranto che ha suscitato tanto polemiche ( Venceslai vs Cardini).
Ebbene quello che lei mi ha detto è giusto:nel grande mosaico che costituisce il pavimento della cattedrale compare la scritta Artù che è il re celta per antonomasia. Ancora una volta, quindi, c'è rapporto saldo tra celti e templari anche a Otranto ( altro che il dio Ganesha di Venceslai E e Corona!).
Grazie per tutte le sue informazioni che sono sempre precise. Un saluto anche alla Sarpato.

Anonimo ha detto...

Gentili autori, gentili bloggers!

perchè la Francia viene vista da molti autori come una terra di esoterismo spinto?

Là sono nati i templari, là sono rinati i neotemplari di Palaprat e la massoneria più magica.

E'il regno delle ambigiutà. La Francia produce i rivoluzionari come Robbespierre e degli ultra integralisti come De Maistre o Lefebvre.

In questo io vedo il dualismo degli opposti, la dottrina che Allegri ha indicato essere alla base dell'esoterismo e dei cavalieri del Tempio.

Grazie e saluti da Giacomo VII

)0( OBELIX ha detto...

CHE BELL'ARGOMENTO!
COME AL SOLITO MI PASSA UN BRIVIDO NELLA SCHIENA!

SONO STUDIOSO ATTENTO ED APPASIONATO DI QUESTI ARGOMENTI. HO LETTO IL VOSTRO LIBRO CHE HO TROVATO SEMPLICE MA PRECISO.

IL PUNTO E' CHE LA LINGUA CELTICA, DRUIDICA E' LA VERA LINGUA PRIMORDIALE ASSOCIATA ALLA VERA RELIGIONE PRIMORDIALE ANTI DILUVIANA. ECCO, QUINDI, QUALE TIPO DI RELIGIONE O CULTO DIFENDEVANO TEMPLARI A COSTO DELLA VITA. SI DOVREBBE RAGIONARE SUL FATTO CHE IL CRISTIANESIMO ED ANCHE L'EBRAISMO ABBIANO AVUTO ORIGINE DAL DRUIDISMO CHE HA RACCOLTO IN SE' L'ULTIMO FLATO DELLA CULTURA MEGALITICA E NEOLITICA.
IL COMPLESSO ABBAZIALE DI MONT SAINT MICHEL ERA GIA' SACRO AI DRUIDI E SI CHIAMAVA MONT BELAINE, IL MONTE LUG-BELENUS. LUG E' DIVINITA PAGANA E CELTICA DA CUI DERIVA IL MESE LUGLIO, EPOCA NEL QUALE ERA FESTEGGIATO ED ERA IL DIO DELLA LUCE. LA STESSA ICONOGRAFIA E' QUELLA DI LUCIFERO COME ANCHE PER IL DIO CERNUNNOS CHE HA LE CORNA CHE E' PORTATO IN PROCESSIONE DURANTE IL CARNEVALE.
MI SEMBRA TUTTO CHIARO...

Anonimo ha detto...

Cari autori alla ricerca di enigmi e mysteri, questo post mi piace molto.
Non pensate che tutti questi indizi disseminati in Francia facciano una specie di Rebus?
A me piace l'enigmistica e mi è venuta in mente questa cosa: visto che il quadro è di Delacroix, l'autore non potrebbe essere la chiave? DE - LA - CROIX = DELLA CROCE... Chissà, è molto difficile ricostruire la Verità ma noi ci impegniamo sempre!
E comunque i vostri post hanno sempre il merito di promuovere lo studio della storia , della geografia sacra, delle religioni, dell'antropologia e della storia dell'arte! BRAVI!
Contro l'ignoranza dei tempi moderni,

Myriam

Anonimo ha detto...

Buongiorno autori,
buongiorno bloggers,

sono Antonin. Questo post è molto interessante. Per me che non mi intendo tanto diqueste cose questo blog è uno spazio che apre la mente a nuovi orizzonti: autori: avete la capacità di far vedere cose che uno ha davanti agli occhi ma non vede veramente!
Autori che fanno cadere il velo di Maya!
Visitare questo blog è meglio che vedersi history channel!

P.s.
Riprendendo quello che ha scritto Myriam lancio un nuovo motto:
MENO IGNORANCE!

ANTONIN

Anonimo ha detto...

Car autori sono TemplaRino, vi ricordate di me?
Sono un blogger storico, vi seguo fin dall'inizio!
State andando avanti proprio bene, sono contento di essere dei vostri.
Vi seguo sempre!

Tante belle cose agli autori e ai bloggers!

TemplaRino

franceschiello ha detto...

Buongiorno a tutti,

non saprei da dove partire. Certo che quello che dice Allegri è vero.
Mi soffermerei sulle famiglie nobili che vengono citate. Oltre a quelle ci sono anche gli Aniort e i Fleury, tutti imparentati con la marchesa che confidò a Bigou il segreto del Tempio.
Tutte queste famiglie, infatti, erano catare, di un certo tipo di catarismo, un catarismo che faceva riti nelle grotte del luogo, riti magici alla grande madre del sottosuolo.
Inoltre se si guarda agli stemmi araldici di queste famiglie nobili che oggi non esistono più abbiamo elementi particolari: dragoni, lune nere, lune bianche, pippistrelli, tridenti...
Queste famiglie nobili sono discendenti dai merovingi (si dice che meroveo avesse la coda e fosse figlio di un mostro marino) che, come dice allegri, stavano sia nel razès ( Pirenei in onore di Pirenea) che nelle ardenne ( in onore della dea Arduina, la grande madre). La loro città simbolo era Stenay ( satahnicum). Lo stemma della città, infatti, rappresenta un diavolo rosso con corna e barba. Una sorta di Bafometto templare.

Scusate la lungaggine a presto e complimenti a tutti, soprattutto al caro Michele Allegri!

Anonimo ha detto...

Sono d'accordo con Obelix sul fatto della processione del dio pagano.

Io ho visto il carnevale di Limoux ( vicino alle due Rennes) e vi posso confermare che è un carnevale lungo nel quale gli uomini si vestono da donne e le donne da uomini.
Ad un certo punto il dio pagano che è precipitato nella terra viene fatto uscire dalla grotta da degli eremiti ( tipo sant'antonio: 17 gennaio!!)che lo portano in spalla sotto forma di statua con le corna. Tutti è come se impazzissero: sono come i culti dionisiaci. E' il simbolo del vecchio dio che tornerà a governare sulla Terra dopo che la razza del Signore sarà sconfitta ad Armaggedon.
Questo è il motivo per cui a Rennes ma anche saint sulpice ci sono frasi come: risorgerà, ritornerà a governare, resusciterà dalla terra..OPPURE QUESTO E' UN LUOGO TERRIBILE...


Rodolfo II

BERENGERE/BERGER ha detto...

l'ANGELO POTREBBE ESSERE IL BAPHOMETTO DEI TEMPLARI, ADORATO NEI CAPITOLI SEGRETI E CHE CONCEDEVA ALL'ORDINE FORTUNA E RICCHEZZA.
E' L'IMMAGINE DEL RE DEL MONDO CHE E' PRECIPITATO NEGLI ABISSI E CHE E' LEGATO AL MONDO DELLA NATURA.
E' LA CHIESA CHE DICE CHE BAPHOMET E'IL DIAVOLO. E' SOLO ILTENTATIVO DI DENIGRARE LA CULTURA E LA RELIGIONE PAGANA CHE DOMINO LA TERRA DA ORIENTE AD OCCIDENTE.

Anonimo ha detto...

Buon sabato a tutti,

sono Jeanne. Questo post mi fa riflettere sulle creature mediane, angeli, spiriti, demoni e tutte quelle entità di mezzo che stabiliscono un ponte tra l'uomo e la divinità, come il demone di Socrate. Sì, ma con quale divinità? Questo non lo dicono mai esplicitamente, sono sempre sfuggenti e misteriosi, parlano per enigmi e per quello che pare a me, confondono la mente umana che è già abbastanza incasinata così com'è, non credete? L'abbiamo visto con Jeanne d'Arc, lei stessa alla fine non sa con chi ha parlato...
Non fidatevi delle apparizioni cari bloggers!

Buon fine settimana,

Jeanne

p.s
Sarah intervieni anche tu su questo punto?!

Anonimo ha detto...

MA CIAO AMICI!

SONO TRISKEL.

COME AL SOLITO CI DATE DENTRO COI RAGIONAMENTI EH! CHE BELLE TESTE KE AVETE, BEATI VOI... SOPRATTUTTO GLI AUTORI, CHE VISTA ACUTA! SCOVANO ENIGMI LADDOVE IO NON VEDREI... NULLA DICIAMO. E' PER QUESTO KE SEGUO IL BLOG, MI SI APRONO GLI OCCHI SU UN MONDO MISTERIOSO & AFFASCINANTE. INSOMMA, NELLA VITA DI TUTTI I GIORNI C'E' SOLO BANALITA', PENSO CHE ABBIAMO TUTTI BISOGNO DI INVESTIGARE QUALCOSA DI PIU' ALTO!

ALLORA VI DO IL MIO PICCOLO CONTRIBUTO SUL POST: CONFERMOM KE LA N AL ROVESCIO E' UNA RUNA. OK, LE RUNE NON SONO SEMPLICI LETTERE DELL'ALFABETO, IL TERMINE RUNAR SIGNIFICA SCRITTURA SEGRETA E HANNO ANCHE UNA VALENZA DIVINATORIA E ASTROLOGICA.
NON SO ANCORA PERCHE' C'E' UNA RUNA IN UNA CHIESA CATTOLICA E IN QUESTE ISCRIZIONI MA CERTAMENTE NON E' LI' PER CASO!

BUONA INVESTIGAZIONE A TUTTI!

TRISKEL

Anonimo ha detto...

Bella autori sono Nico,

volevo ringraziare l'autrice Irene per il suo suggerimento su Hildegarda di Bingen! Ho preso 7,5 alla tesina!
Ma GRAZIE!!!

Continuerò sempre a seguire questo bellissimo blog, comlimenti e ancora GRAZIE!!!

Nico

Anonimo ha detto...

Buon pomeriggio a voi tutti,

noto che in questo blog sono presenti molti giovani che cercano qualcosa di più profondo nella loro vita.
Ciò è un buon segno e questa aspirazione deve indirizzarsi verso la Verità, come dice il nostro dottore, e verso la Santità, sì, la Santità, che si può raggiungere solo con un duro lavoro.
Fate di voi stessi dei leader!

RdSG

Mani ha detto...

Ciao carissimi bloggers,

secondo me può essere sicuramente vero che questa Compagnia sia una prosecuzione dei Templari. E se la storia non mente, allora altre prosecuzioni dei Templari potrebbero esistere ancora oggi! Non sto ovviamnte parlando delle Obbedienze neotemplari censite dagli autori, cui faccio i complimenti per questo libro che ha davvero "tracciato la strada per molti".

Mani

Anonimo ha detto...

Buona giornata a voi,

sono un massone in sonno e intervengo, a freddo, sul blog di questi tanti giovani che frequentano questo blog. Mi scuso con voi per quel mio collega, sicuramente mio coetaneo, che è qui intervenuto qualche tempo fa.
In effetti, alla mia età, devo riconoscere che non avevo mai saputo di questo dipinto di San Sulpicio come di molte altre cose che questi giovani autori vanno a scovare con un'incontestabile abilità e competenza. Mi rammarica che la Massoneria (la mia Obbedienza in particolare) dedichi davvero poche energie a studiare veramente questi aspetti e la materia dei Templari. Vorrei fare un piccolo rimprovero anche all'Ordine di De Molay che, nonostante sia stato da voi autori giustamente citato, non è mai intervenuto su questo blog, nonostante siano giovani. Cio' mi dimostra che i cattolici sono molto più preparati e disposti al confronto.
Ancora una volta, da persona di una certa età, non capisco perchè ci sia sempre questo pregiudizio nei confronti dei giovani (penso qui agli autori e ai bloggers). Se posso dirlo, approvo ciò che dice Antonin, che vuole meno ignorance e meno arrogance. Vale anche per le organizzazioni neotemplari che sono piene di fratelli.
D'altra parte, se avessi trovato un clima più favorevole in Massoneria sarei rimasto. Credo che abbia ragione Venceslai quando dice che la gente si travasa dalle logge all'OSMTH, anche se mi sembra difficile che uno possa trovare tra i neotemplari quello che non trova in Massoneria. Lo dimostra il fatto che sui temi forti, culturali e speculativi proposti dagli autori non intervengono nemmeno i neotemplari. Quindi Secondo me si passa dalla padella alla brace.

Mi scuso per questo mio lungo ragionamento e vi saluto cordialmente.

Il Santo Coronato

Irene Sarpato ha detto...

Caro Nico

mi complimento per il tuo voto! Per noi autori è bello che questo blog possa anche avere una funzione culturale e 'scolastica'! Poi è bene condividere quello che si sa con altri.
Se posso esserti utile per qualche altro tema, inerente i nostri studi, mi puoi anche contattare alla nostra mail: templarcenter@libero.it

Colgo l'occasione per ringraziare il professore Giovanni C. di Macerata, che insegna lettere al liceo, che ci ha scritto per dirci che prende spunto dal nostro blog multidisciplinare per fare lezioni più vivaci.

Saluto anche con piacere Ugo di Sassari e Ilaria di Padova.

A Nico faccio il mio in bocca al lupo per i suoi studi e saluto anche tutti i ragazzi che ci seguono.

Irene Sarpato

PRIAPO ha detto...

Saluto e prosperità.

Ho letto anch'io quel passo della Bibbia. Definirlo ambiguo è cosa da poco e definire ambigua la compagnia lo è ancora di più.
Mi sono andato ad informare di più ed ho scoperto che, nonostante il suo sbandierato ultra cattolicesimo, questa "pia" congrega aveva tra le sue fila, giansenisti ed eretici.
Infatti, aveva come centro propulsore la città di Tolosa che fu una delle capitali del catarismo, almeno di un certo tipo di catarismo, gnostico e manicheo.
Penso che la compagnia fosse un copertura per la vecchia eresia gnostica che esaltava anche il cosidetto " lato oscuro della forza" e la magia.
I templari, sicuramente, sono stati partecipi di questi movimenti ereticali e magici, specialmente il lingua doca, come rivela Lei, dottor Allegri.

Anonimo ha detto...

cIò CHE DICE sANTO cORONATO LO SOTTOSCRIVO APPIENO.

MASSONI E NEOTEMPLARI VIVONO UN MOMENTO IN GROSSA DISCESA IN ITALIA.
NON FA ALCUNCHE' PER MIGLIORARE LA LORO IMMAGINE. DI LORO, PACIFICAMENTE, SI PUO' DIRE CHE CHIACCHERONO E MANGIANO. TUTTO QUA. NON ASPETTATEVI CHE INTERVENGANO O ABBIANO DEI RAGIONAMENTI SENSATI. L'IGNORANZA CULTURALE ALBERGA IN LORO DA MOLTO TEMPO. NON PARLIAMO, POI, DEGLI ISCRITTI...DIO CE NE SCAMPI...

SUL QUADRO DI DELACROIX, I LIBRI HANNO DETTO POCO, C'E' MOLTO PIU' INTERESSE IN MOLTI SITI. AVETE FATTO BENE A PARLARNE PERCHE' E' UN LAMPANTE ESEMPIO DI ESOTERISMO TEMPLARE.
IL POTERE DEI TEMPLARI STA CONTINUANDO IN MOLTE ORGANIZZAZIONI DALL'OPUS DEI ALLA CONFRATERNITA' DEL SERPENTE, PASSANDO PER IL CLUB BOHEMIAN CHE FANNO RITUALI IN UN BOSCO SACRO, IN ONORE DI BAFOMET CHE SI PRERSENTA SOTTO LE VESTI DI UN CIVETTA.
E' IL TRIONFO DEL PAGANESIMO CELTICO!

)0( BENEDIZIONI A TUTTI

mARCHESExxEOTILE

Nerval-Ulisse ha detto...

Buona mattinata a tutti gli amici bloggers, agli autori, ai simpamici come Antonin del quale sposo i divertenti slogan.

E' indubbio che dietro ai templari e ad altre organizzazioni ci siano segreti. Ieri ho visto la trasmissione Enigma di Augias che ha parlato dello gnosticismo e di come il Corano dica che Gesù non è morto in croce.
Dietro queste eresie, penso si nasconda la verità.
Bisogna cercare la linea rossa della storia vera, non quella falsificata per ragioni di opportunità politiche, come ha fatto Paolo che, prima, era un pagano.
Bisogna guardare, poi, i punti che unisce questa santa linea rossa che parte da Saint Sulpice. Quali località unisce, quali località esoteriche e magiche, tipo Bourges, il cero centro dell'alchimia europea, il cuore del pensiero rosacrociano.
Per questo vi dico: andate avanti e fate emergere la verità. Vi seguirò sempre come ho fatto fino adesso. La gente deve sapere.

Cuor di Leone ha detto...

I messaggi in codice, come questo non tanto celebre quadro dimostrano che la storia è stato molto falsificata.
Le origini del cristianesimo da sempre, si da quando si scoprì che c'erano vangeli gnostici che descrivono un altro Youshua.
I templari, come potenza militare e finanziaria, non possono aver ignorato questi aspetti. Facevano degli scavi sotto il Tempio di Salomone e qualcosa hanno rinvenuto: oggetti, tesori, carte...non so, qualcosa hanno trovato. Quel qualcosa gli ha permesso di diventare sempre più ricchi e potenti e glorificare la potenza dell'Ordine.
Codesta Compagnia, anch'essa sembra un ramo templare, fatto da preti deviati o sacerdoti che nascondo un credo orientale, sicuramente gnostico o dualista.
Bisogna conoscere di più e meglio queste storie per arrivare ad una verità più chiara che nessuno ci ha mai spiegato.

un umile lettore del Dossier

Mahatama ha detto...

Buon giorno,

vorrei affrontare il tema del vostro blog in questa maniera.
Non è la prima volta che si analizzano passi dei libri sacri che hanno poca coerenza.
Non è neanche la prima volta che si parla di un verità alternativa posseduta da templari o organizzazioni esoterico-ermetiche.
La compagnia fu la seconda e studiò il modo di far emeregere con simboli ed allegorie tutta una serie di incongruenze palesi ma che celano un nascosto significato: simbolico e reale.
La verità come l'infinito, possegono entrambi un elemento che li storpia. E' la lingua, lo studio della lingua primordiale che ci darà la chiave di lettura, di interpretazione quella giusta. Nulla più....

A chi ha fatto quest'eccelso lavoro, a voi autori e a voi bloggeristi, io auguro un buon proiseguimento nello studio e nell'autorealizzazione futura.

Anonimo ha detto...

Come, una volta, ha ricordato il dott. Allegri, la Compagnia del SS Sacramento assunse anche un altro nome. Era Hieron du val d'or. Dove con Hieron s'intende la cinta celtica e val d'or la città belga di Orval legata alla birra miracolosa e alle acque miracolose.
Ecco cosa si dice in un importante testo di questa città e della leggenda che ricorda quella del re pescatore e del mondo di Atlantide:
"L’ABBAZIA DI ORVAL fu fondata nel 1070 da alcuni frati benedettini provenienti dalla Calabria. Ma il legame con l’Italia non si ferma qui, poiché il simbolo dell’Abbazia, una trota con l’anello d’oro in bocca, è associato alla contessa Matilde di Canossa che seduta sulla riva della sorgente che forniva acqua al monastero, inavvertitamente lasciò cadere il suo anello nuziale. Turbata implorò la Vergine Maria che glielo facesse ritrovare e una trota emerse in superficie portando in bocca il prezioso anello. Meravigliata la contessa esclamò: "Questo luogo è veramente una valle d’oro!", in francese "val d’Or", che col tempo è diventata Orval

LUCIS FRAETER SATOR ha detto...

La Pietra di Stenay


Un curioso ritrovamento venne fatto in Francia. Pare che attorno al 1873 sia stata scoperta una pietra con inciso il simbolo > al centro e sulla sinistra le lettere SRNPR e sulla destra in alto un piccolo +. Purtroppo l'originale andò distrutta durante la prima guerra mondiale ma ne è stata fatta una riproduzione oggi conservata al "Cercle Saint Dagobert II" di Stenay. Come si può facilmente notare sovrapponendo il segno > al quadrato magico del Sator si ottengono proprio le lettere segnate a sinistra, ovvero s,r,n,p,r. Va detto che nello stemma di Stenay è presente lo stesso simbolo anche se orientato in maniera differente.

Alcuni affermano che esiste un riferimento a questo simbolo nel celebre autoritratto di Nicolas Poussin. In particolare starebbe nell’anello che il pittore porta al dito. Ingrandendo tale particolare si può facilmente vedere che però si tratta semplicemente di una pietra di forma piramidale e non del simbolo che appare nella pietra di Stenay.

Zenith ha detto...

Salve Allegri e Sarpato,

i cromleck e i menhir meriterebbero un serio studio.
In particolare i cromleck di Rennes Les Bains che i sacerdoti Boudet e Sauniere studiarono a lungo, quasi fossero gli indicatori di un tesoro.
A proposito di tesoro, lei Allegri mi ha costretto ad andarmi a studiare i quadri di Saint Sulpice è c'è anche quello di Heliodoro che tenta di rubare il tesoro del Tempio, ossia, mutatis mutandis, il tesoro dei templari.

Astro del mattino ha detto...

Cari autori,

io mi sono chiesto se la massoneria scozzese giacobita derivi dalla mitica figura di Giacobbe di cui parlate.


Che ne pensate, bloggers?

Anonimo ha detto...

Questo blog e questo post in particolare conservano una certa erudizione ed uno stimolo a conoscere meglio anche i testi sacri. Un esercizio mentale e spirituale che consiglio anche ai neotemplari della porchetta con contorno di cipolline borretane e il notorio bel fiaschetto.
Sì gli autori ci hanno preso molto quando parlano di celtismo e di come la religione druidica fosse l'ultima fase di una religione primordiale insegnati ai figli delle donne mortali dagli angeli.
Uno di questi è ben rappresentato a Saint Sulpice perchè la teosofia angelica era la base della dottrina magica della compagnia.
Una dottrina supportata da un intricata rete di relazione politico-finanziarie che facevano di questo gruppo uno dei potenti del tempo....
Consiglio la lettura e l'esegesi di altri libri sacri. Si ritroveranno un pèo' gli stessi elementi.
Astenersi i soliti agapatari perditempo con mantello!

JULES

tubal cain ha detto...

Buongiorno,

rispondo a astrodelmattino dalla mia piccola esperienza muratoria ( 30 anni!).
Sinceramente non ci avevo mai pensato che il termine giacobita potesse essere di derivazione bibblica. La versione ufficiale è che la massoneria si chiami giacobita in onore di Giacomo Stuart, una di quelle famiglie nobili scozzesi e templari, dette del Rex Deus.
La tua domanda è però pertinente e deve essere studiata almeno dal dott. Allegri che avrà certamente modo di appurarlo.

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti i blogger!

Sono Triskel. Vi faccio i complimenti a tutti per i vostri bei commenti!
Dato che questo post mi ha incuriosito parekkio, mi sto documentando ancora su questioni di angeli, demoni & co.
Sarah! Non 6 ancora intervenuta!?
Dicci qualcosa su questo caso di Giacobbe e dell'angelo!

benedizioni druide a tutti!

TRISKEL

ALLEGRE FAN CLUB ha detto...

IL NOSTRO SALUTO A MICHELE!
SIAMO LE ALLEGRE FAN CLUB!

IL CLUB STA CRESCENDO... SI SONO AGGIUNTE LE NOSTRE MAMME! SONO CONTENTE KE SEGUIAMO UN BLOG INTELLIGENTE E PIENO DI NOTIZIE INTERESSANTI E KE STUDIAMO STORIA CON ENTUSIASMO. ANKE SE LA NOSTRA FACOLTA' UNIVERSITARIA NON PREVEDE ESAMI DI STORIA, LE INFORMAZIONI DEL BLOG CI TORNANO SEMPRE UTILI E FANNO BENE ALLA CULTURA GENERALE.

GRAZIE MICHELE!

ALLEGRE 4EVER

Anonimo ha detto...

Cari Triskel e Jeanne,

eccomi qua, sono Sarah! Ho visto che mi chiedevate di intervenire su questo bellissimo post ma avevo l'influenza con febbre alta e la testa un po' in pallone...
Cmq adesso sto molto meglio e vi rispondo volentieri (per quel poco che posso).
Innanzitutto devo dire che questi soggetti che propone il dottore sono veramente ORIGINALI. Pur studiando arte e psicologia da qualche anno, non ho mai trovato una sintesi così originale di diversi saperi e metodi.
Quindi devo fare i complimenti al dottore: lui sì che dovrebbe insegnare all'università! E potrebbe insegnarne molte di materie!

Ok. adesso vi dico qualcosa di mio.
Per Giovanna d'Arco avevamo detto della dissociazione.
Per Giacobbe si può dire una cosa in più.
Lui sta dormendo e quindi sta vivendo un'esperienza di dissociazione onirica in cui vede il suo corpo che fa delle cose come se fosse indipendente. In queste esperienze spesso si incontrano spiriti di vario genere, quindi ci sta dentro anche l'angelo.
Però oltre questo non so andare. Cioè non so dirvi il significato profondo di questa esperienza.
E' molto difficile andare oltre il dato scientifico e capire davvero il senso di certi fatti.

Per questo seguo il blog!

Grazie agli autori!

Sarah

Anonimo ha detto...

IL SIMBOLSIMO DEI QUADRI E' LAPALLISIANO.
IL SALONE DELLA ROSA CROCE FU ALLESTITO DA PELADAN DELL'OSMTJ E DEL PRIORATO DI SION CON LO SCOPO DI LANCIARE MESSAGGI IN CODICE, MESSAGGI ERMETICI.INFATTI QUESTO TIPO DI CULTURA ESOTERICA PRENDE FORZA DELL'ERMETISMO EGIZIANO.
ANCHE I TEMPLARI FURONO I CONTINUATORI DELL'ANTICO SAPERE DELLE PIRAMIDI COSTRUITE DAI GIGANTI DI CUI CI PARLA AMPIAMENTE LA BIBBIA NELLA GENESI, QUANDO DICE CHE IL MONDO ERA ABITATO DAI GIGANTI.
DELACROIX, DA VINCI, BOTTICELLI E ALTRI PITTORI DOVEVANO FAR CONOSCERE LA VERITA' ATTRAVERSO L'IMMAGINE, PERCHE' NON POTESSE ESSERE CENSURATA DALLA CHIESA E DALLE AUTORITA'.

GIANOGLIO

Anonimo ha detto...

Adesso mi rendo conto che il mito di Gesù e della Maddalena nascondono altro. Aveva regione Lei, caro dottore Allegri.

Il tesoro è qualcosa di profondo, di reale e non simbolico. Qualcosa che sta al centro della Terra, il vero graal dell'immortalità.

Pinturichio49

Anonimo ha detto...

Complimenti per il blog, per i vari post e vi seguo sempre con grande ammirazione.

Professor dott. Laganà

Anonimo ha detto...

Buon pomeriggio,

ringrazio gli autori che mi hanno aiutato a portare a termine la mia tesi sui templari e il mondo del graal.
Spero di ottenere un buon voto di laurea.
Un saluto a tutti i bloggers!

Annamaria M.

Anonimo ha detto...

Quando guardiamo questi capolavori d'arte, queste antiche e potenti organizzazioni, mi vien da dire, quasi da gridare: Che m... hanno a che vedere i neotemplari con tutto questo?
Ha detto dottore, sono profani in tutti i sensi e ciò mi disgusta parecchio.
Spero che non parliate più di loro o degli pseudo massoni come quello di Varese!
Gli argomenti storici ed esoterici sono i più interessanti

Un particolare vivo saluto a voi tutti.

Grazio

Anonimo ha detto...

Bella raga',


ho visto che nella vetrata della chiesa di San Sulpicio ci sono una P ed una S.
Autori, significa che è il marchio del Priorato di Sion?

W il serpente eterno della verità e dell'amore
w le donne..

Carlowitz18

Anonimo ha detto...

Complimenti per il vostro post che è un vero segno di erudizione.
Sono Gianluca da Torino e, cari autori, vi ricordo un particolare interessante inerente a questo tema che voi stessi mi scriveste circa 9 mesi fa.
San Sulpicio è, come molte persone di questo enigma, delle stesse zone dell'Aude, dove si trova Rennes Le chateau e alet les bains.
Ho trovato nella diocesi di Carcassone, che fu la capitale del catarismo, molti elementi interessanti sul santo e sui cuniculi che attraversano la zona.
Mi piacerebbe parlarne ancora con voi autori.
Per il momento vi saluto e vi mando un ringraziamento di cuore per la passione che dimostrate per la verità storica.

Anonimo ha detto...

Ho letto alcuni libri sul celtismo e si parla spesso dei vari dolmen, cromleck, menhir come fossero luoghi magici legati alla diviniazione e all'astrologia.
E' vero che la religione celtica vien dall'India?
Grazie per un eventuale risposta.

Domenico

Anonimo ha detto...

Volevo salutarVi tutti quanti, autori e amici bloggers.
Panuccio da Siena

angelopulos ha detto...

Il meridiano zero o linea della rosa attraversa la cappella dei Saint Clair e pasa attraverso San Sulpicio fino a Rennes Le Chateau.
E' la linea di sangue della stirpe dei merovingi, i re che vengono dal mare.E il mare rappresenta la vita dove vivono i pesci dei quali, secondo la regola templare, i cavalieri dovevano cibarsi tre volte la settimana.

Secondo la mia modesta opinione, gli angeli esistono. Ognuno ha il suo e aiutano perchè sono intermediari delle forze celesti.

Anonimo ha detto...

Ciao amici,

ho letto molti passi della Genesi e ho potuto constatare che ci sono alcune fondamentali passi da evidenziare collegati a quanto ripropongono gli scrittori Allegri e Sarpato.
Innanzittutto la visione di Giacobbe a Bet El, la casa di Dio e il versetto 31,11 dove l'angelo di Dio dichiara di essere il Dio di Bet El, cioè prima parla da angelo inviato dal Signore, poi dice di essere lui stesso Dio.
Bah.....

Un affettuoso saluto a tutti da Salambò

Anonimo ha detto...

Buongiorno amici bloggers!

Mi acchiappa molto il blog, è intrigante e parla di cose un po' difficili che costringe però a rimeditare di più e meglio.

Io so per esempio, lho appreso dalla lettura di un libro che Giavcobbe era politeista. Perchè quindi il Signore o angelo decide di bendirlo?

Gaetano Leporino

Anonimo ha detto...

Ciao, sono Mara.

Un saluto agli autori e in particolare a Michele per la sua capacità di andare al sodo delle questioni.

Ho letto il vostro libro e se devo essere sincera non mi piacciono i noetemplari. Mi sembrano un po' ridicoli con quei mantelli medioevali, anche perchè non hanno alcun riconoscimento del Vaticano ed è puro folcklorismo.

Andrò a visitare presto la chiesa di Saitn Sulpice. Avrò elementi in più per ragionare. Se devo dire la mia, be', mi pare sia una storia di rosacroce...ma per adesso non aggiungo altro.
Un bacione a tutti

Anonimo ha detto...

ANDATE AVANTI A PARLARE DELLE STORTURE DEL NEOTEMPLARISMO ITALIANO E DI UN GRAN PRIORE DELLA DOMENICA.

baldassarre ha detto...

Buondì ( non è la merendina neotemplare, ben inteso!).

La storia del pittore Delacroix s'incocia tanto con movimenti ecclesiastico-eretici, come quelli post-templari, quanto con movimenti neognostici o martinisti dove si fa riferimento con precisione alla scala di Giacobbe e al motto Terribils locus iste est inciso sul frontone della celebre chiesa (?) di Rennes.
Ci sono più gruppi o fazioni a cercare il segreto o a custodirlo. Tutte hanno una venerazione particolare per la figura del serpente o dell'angelo decaduto.
Mi sembra chiaro tutto il quadro.
Anche i templari erano gnostici e pagani e no trascuravano questo aspetto anti cattolico e anti ebraico.

Anonimo ha detto...

Bisogna soffermarsi molto sul significato del 17 gennaio, una data in cui sono morte e nate molte persone che ruotano interno alle storie che voi riprendete.
Quale può essere il significato?
Qual'è il segreto della famiglia Hautpoul_blanchefort?
Secondo me è connesso alla Charteuse de Bonpas dove i templari avevano una loro commanderia

Giovanni I

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti blogger belli!

sono Rita e invio a tutti baci & abbracci perchè siete bravi e preparati.
Adesso che vanno di moda le piccole comunità web, devo dire che questo blog rappresenta una specie di eccezione: tanta gente ma in un clima raccolto e intelligente.

Buona continuazione a tutti, vi leggo sempre con piacere!

Rita

ALLEGRE FAN CLUB ha detto...

buona vita a tutti i bloggers e ai nostri autori!
SIAMO LE ALLEGRE FAN CLUB & MAMME.
Il clima è sempre carino su questo blog, gli argomenti ti rinfrescano la mente.
Il nostro slogan:
QUANDO LA TV TI ANNOIA, CONNETTITI COL BLOG! TI SINTONIZZA LA MENTE!

Continuate così!!!!

Allegre 4ever

Anonimo ha detto...

Ciao amici del mistero!!!
Sono Triskel!

intervengo per segnalarvi a tutti voi ke amate i celti, ke c'è la tournee di Loreena McKennitt, una cantautrice ke fa una musica celtica divina! Per questo album è andata a rivisitare il periodo più antico della nostra civiltà celtica, è davvero emozionante, dovreste ascoltarlo mentre visitate il mitico blog degli autori!

W Allegri & Sarpato!

)0(
Benedizioni,
Triskel

Anonimo ha detto...

Buona sera carissimi!

Sono Malindi e vi seguo sempre.

...sentite... è un po' che ho notato una cosa: se questo blog non parla dei neotemplari, i neotemplari non esistono! Altro che lamentarsi, gli spegniamo e accendiamo la luce come vogliamo!
Da soli non esistono proprio, nessuno parla di loro e loro non si parlano nemmeno tra confratelli: siti mortaccini, blog desolati come la tundra, telefoni pieni di ragnatele!
WOW che immagine horror!

speriamo che con la primavera facciano un po' di pulizie e un po' di refresh che ci vuole proprio una ventata di novità, il clima è così stantio...

W il blog, W il dossier!

Malindi-nel-cuore

Anonimo ha detto...

Ci sono altri quadri con valenza esoterica. Due, in particolare, del pittore esoterico Poussin sui quali si intravedono due persone gemelle, delle quali una è Gesù.
E' questa l'eresia conosciuta anche dai templari ed esaltata da tutti i movimenti gnostici e dualisti?

ROCA ha detto...

Sono dacordissimo con quello che ha affermato il blogger Giovanni primo in merito alla chartosa di Bonpas. E' un antichissimo insediamento templare che fu ristrutturato da un altro sacerdote legato, come Boudet, Gelis e Sauniere alla Compagnia ( per lo meno a focolai sopravvisuti dopo il 1666).Il sacerdote in questione è Policarpo della Riviera di cui ha parlato spesso Allegri. Ebbene policaro disse di aver scoperto in questo insediamento templare dei documentyi importantissimi sulla storia della Chiesa e sulla storia della regalità francese. Mentre si accingeva ha riscrivere la vera storia, sparì. Si sa solo che ristutturò la chiesa di Bonpas, capovolgendola....come la via crucis di Rennes...

GUI ha detto...

Di eresie ce ne sono state tante.
Da quella catara a quella templare, da quella dolciniana a quella di Arnaldo da Brescia, per non parlare dei valdesi o dei giansenisti. A proposito di questi ultimi, ho letto che la compagnia del ss sacramento aveva tra i suoi ranghi molti di questi. La Compagnia è quindi un ricettacolo di eretici anti cattolici. E' un po' come i neotemplari che, come dice Allegri, fanno finta di essere cattolici per minare le basi della Chiesa dal di dentro.

Sappiamo che molti neotemplari sono in prima fila per sostenere anche i Dico. Ho bisto molti gran priori farlo!
E' la follia pagana-demoniaca dei cavalieri del Tempio che vogliono la loro rivincita sulla nostra Chiesa!

Anonimo ha detto...

Wow!
Questa è la notizia del giorno! Neotemplari per i dico! Certo che di fandonie ne dico-no tante...non poteva mancare anche questa.
Per attirare l'attenzione sarebbero capaci di [...] qualunque cosa.
A parte questa sottile ironia, comunque, è sintomatico che persone che si mettono mantelli con croci e fanno di tutto per celebrare investiture in chiesa poi siano a favore di provvedimenti del genere. Non c'è nulla di male nell'essere a favore della convivenza, fin qui siamo tutti d'accordo, ma se lo fa gente col mantello crociato sinceramente qualche dubbio si solleva... Ma come la pensano alla fine? Qualcuno l'ha capito?!

Salut!

Zeno

Anonimo ha detto...

Bella bloggers, sono Antonin!

questo post riserva delle sorprese... io guardo sempre il blog perchè mi piace leggere tutti i commenti, sono sempre interessanti e mi faccio un po' di cultura (io sono un tecnico informatico e certe cose non le ho mai studiate bene).
Comunque, ero lì che mi leggevo i commenti quando vedo che le discussion riverte sui neo-friends... ke risate ke mi sono fatto! Il meglio della comicità viene fuori su queste pagine!

Mitici bloggers!
Grandi autori ke favorite il buonumore & la simpatia!

Antonin

-ARROGANCE, + SIMPATIA, + ALLEGRI & SARPATO

Anonimo ha detto...

MA BUONA PASQUA DI RINASCITA A TUTTI!!!!

BENEDIZIONI DA TRISKEL

Anonimo ha detto...

UN CARISSIMO AUGURIO DI BUONA PASQUA AI BLOGGERS E AI DUE AUTORI!

ANTONIN
-ARROGANCE +FELICITA'

Anonimo ha detto...

Che nel vostro uovo possiate trovare tutti quello che il vostro cuore desidera!

Bacioni
Sarah

Anonimo ha detto...

Auguri!
Auguri a tutti!
Auguri da Jeanne!

ALLEGRE FANS CLUB ha detto...

Facciamo i nostri più cari auguri a Michele!
Anche all'autrice s'intende, e a tutti i bloggers!

ALLEGRE FANS CLUB

Anonimo ha detto...

La Pasqua è il simbolo della Speranza: nulla può morire davvero:tutto può rinascere!
Aprite il vostro cuore alla Speranza!
Coltivate la Gioia!

Gwen

Anonimo ha detto...

Buonasera signori.
Leggo interventi di grande respiro e mi complimento con gli autori per la semplicità. Come cristiano vi faccio i migliori auguri perchè continiuate a scrivere cose vere e non come certi romanzetti che fanno voli pindarici.
Non mi sono piaciuti gli interventi urlati di CercatorPerpetuo di Varese non perchè è massone neotemplare ma perchè ha offeso ed urlato come uno scaricatore di porto. E' ignobile che un personaggio simile sia in una loggia. Ho sempre pensato che la massoneria fosse cristiana, oggi mi devo ricredere. Ho molti amici massoni ai quali ho detto questa cosa. Alcuni hanno riso crassamente altri si sono rabbuiati. Ci sono personaggi falsi che umiliano e offendono i bloggers che dovrebbero solo vergognarsi....ma speriamo che non ce siano più. Ciao a tutti!!

ICOIS